images

C/C POSTALE

BANCO POSTA Ag. Abbadia Alpina IBAN: IT 64 G 07601 01000 000012690103

images

C/C BANCARIO

intestato a CROCE VERDE di PEROSA ARGENTINA IBAN: IT 03 Q 03359 01600 100000064120
presso Banca Prossima


intestato a CROCE VERDE di PEROSA ARGENTINA IBAN: IT 51 Z 03268 52420 052866955290
presso Banca Sella


intestato a CROCE VERDE di PEROSA ARGENTINA IBAN: IT 87 S 02008 30730 000103382287
presso Unicredit Banca .

images

ASSEGNO BANCARIO

intestato ad CROCE VERDE di PEROSA ARGENTINA (non trasferibile)
da inviarsi a Croce Verde di Perosa Argentina, via Pietro Chiampo, 16 - 10063 Perosa Argentina (TO).

images

5 PER MILLE

individua il riquadro dedicato alla "scelta per la destinazione del cinque per mille" dell'IRPEF nei modelli disponibili per la dichiarazione dei redditi (CUD, 730 e modello UNICO per le persone fisiche).
Il nostro codice fiscale è 85004050010.

Tesseramento:

La Croce Verde regge la propria attività sul tesseramento all'associazione (che si può effettuare tutti gli anni dal mese di novembre al mese di gennaio dell'anno successivo), sui rimborsi spese dei servizi e sulle donazioni di privati ed imprese.


Costo del tesseramento:

Sopra i 65 anni

10
/anno

Tra 18 e 65 anni

12
/anno

Sotto i 18 anni

4
/anno

Socio sostenitore

25
/anno

  • Indipendentemente dall'età

Socio benemerito

50
/anno

  • Indipendentemente dall'età

Benefici fiscali:

Tutte le donazioni a favore della Croce Verde di Perosa Argentina sono fiscalmente deducibili o detraibili secondo i limiti qui sotto indicati, purché siano effettuate attraverso bonifici bancari, versamenti in conto corrente postale, assegni circolari o bancari intestati a Croce Verde di Perosa Argentina - Onlus recanti la clausola "non trasferibile".

Rif.: art. 14, decreto legge n. 35/2005
Le liberalità in denaro o in natura erogate dalle persone fisiche in favore delle Onlus sono deducibili fino al 10% del reddito complessivo dichiarato e comunque non oltre 70.000 EUR/anno. In alternativa

Rif.: art. 15, comma 1, lettera i-bis) d.P.R. 917/86
Le erogazioni liberali in denaro per un importo non superiore a 2.065,83 EUR (4 milioni di lire) a favore delle Onlus consentono una detrazione d’imposta pari al 19 per cento della donazione effettuata.

In alternativa
Rif.: art. 10, lettera g) d.P.R. 917/86
Dal reddito complessivo si deducono i contributi, le donazioni e le oblazioni erogati in favore delle organizzazioni non governative (Ong) di cui all’articolo 28 della legge 26 febbraio 1987, n. 49, per un importo non superiore al 2 per cento del reddito complessivo dichiarato.

 

Rif.: art. 14, decreto legge n. 35/2005
Le liberalità in denaro o in natura erogate da enti soggetti all’imposta sulle società in favore delle Onlus sono deducibili fino al 10% del reddito complessivo e comunque non oltre 70.000 EUR/anno.

In alternativa
Rif.: art. 100, comma 2, lettera a) d.P.R. 917/86
Sono deducibili le erogazioni liberali a favore di organizzazioni non governative, per un ammontare complessivamente non superiore al 2% del reddito d’impresa dichiarato.

Rif.: art. 100, comma 2, lettera h) d.P.R. 917/86:
Sono deducibili le erogazioni liberali in denaro, per un importo non superiore a 2.065,83 EUR o al 2% del reddito d’impresa dichiarato, a favore delle Onlus

Rif.: art. 27, legge 133/99 e d.p.c.m. 20/06/2000
Sono deducibili le erogazioni liberali in denaro (o in natura) in favore delle popolazioni colpite da eventi di calamità pubblica o da altri eventi straordinari anche se avvenuti in altri Stati, per il tramite (anche) delle organizzazioni non governative (non vi sono limiti massimi di deducibilità).